Biografia

Eros Bellinelli, * 19.12.1920 Bodio, † 30.4.2019 Banco di Bedigliora. Figlio di Giuseppe, operaio e caporeparto presso la fabbrica di linoleum a Giubiasco. Sposato con Bruna Jorio. Socialista, redattore del giornale Libera Stampa (1942-46),cofondatore, segrretario e giudice del premio letterario Libera Stampa e responsabile, per parecchi anni, della pagina letteraria del giornale. Collaboratore della Radio della Svizzera italiana. dal 1941, è passato definitivamente al lavoro radiofonico nel 1946: dapprima in qualità di caposervizio, poi di capodipartimento dei programmi culturali radiofonici e infine come capoprogramma delle trasmissioni radiotelevisive (1973-85). Autore di un'ottantina di piccole monografie di artisti, ha inoltre pubblicato degli interventi su scrittori, artisti e uomini politici. Cofondatore delle edizioni Pantarei nel 1965, ne ha assunto la responsabilità per 20 anni.

Pasquale Genasci

Eros Bellinelli, cresciuto a Giubiasco, ha ottenuto la licenza alla Scuola cantonale di commercio di Bellinzona. Prima di entrare a far parte dell'organico della RSI, svolgendovi una vasta e fervida attività culturale, ha lavorato quale giornalista al quotidiano socialista «Libera Stampa» dal 1942 al 1946. Dal 1946 è stato redattore e responsabile del servizio Radio e Pubblico per la RSI, e dal 1965 capo dei programmi culturali. Ha ideato numerosi ed apprezzati programmi e documentari, fra cui ricordiamo: «Casa nostra», «Orizzonti ticinesi», «Giostra dei libri», «II Fiammiferaio». Nel 1965 ha inoltre dato avvio all'impresa editoriale Pantarei che ha pubblicato, fra altro, più di cento raffinate monografie di artisti, che hanno esposto le loro opere alla Galleria Tonino di Campione d'Italia, quadreria di Antonio Giannattasio. È stato segretario, amministratore e giurato del «Premio Libera Stampa», le cui vicende si possono ripercorrere nel volume Vent'anni del Premio Libera Stampa, uscito presso Pantarei nel 1967. Per la sua attività radiofonica nel 1969 gli viene assegnato il «Premio ondas» dalla radio spagnola. 

Dal 1960 al 1975 è stato redattore della rivista trimestrale «Il Nostro Paese». Nel 1960 il Consiglio federale lo ha nominato membro della sezione elvetica dell'Unesco. In pensione dal 1986 (vedovo della moglie Bruna, nata Jorio, il 1921 e morta il 9.3.2018). Muore a Banco di Bedigliora il 30 aprile 2019.

 

Nel giornalismo culturale Eros Bellinelli era ben conosciuto nella seconda metà del Novecento. Lo si ascoltava alla radio, lo si vedeva in TV, lo si incontrava alle mostre d’arte, immancabile alla Galleria Tonino, che aveva creato dal nulla nel 1967 fino a farla diventare imprevedibilmente (avendo sede a Campione d’Italia) il più importante punto d’incontro artistico del Ticino. Mi colpiva la sua capacità di coinvolgere, di aprirsi alle generazioni di giornalisti più giovani, di coinvolgere. Tanto che, mi pare nel 1990, mi chiamò a far parte della giuria del Premio radiofonico Guglielmo Canevascini, dedicato ai documentari radiofonici. Proprio all’inizio degli anni ’90 nacque il progetto di coinvolgerlo nelle pagine culturali del “Giornale del Popolo”, di cui ero responsabile. Seguirono vari incontri, anche con il direttore Filippo Lombardi, per precisare i termini della sua collaborazione. Alla fine non se ne fece nulla. Rimase però il piacere della frequentazione, in particolare in occasione di eventi d’arte, inaugurazioni e presentazioni di libri, l’altra sua grande passione. Dunque ci si incontrava con regolarità. E nel corso degli incontri era nata l’idea di riferire di lui, della sua lunga stagione di protagonista e testimone del mondo della cultura dagli anni della guerra in poi. Quando, attorno alla redazione di “Libera Stampa” prima, e poi nei vari ruoli alla RSI, aveva conosciuto ed era stato il punto di riferimento per personaggi della cultura tra Ticino e Italia, contribuendo in misura notevole a recuperare e vivificarne i collegamenti. Nacque così l’idea di una presentazione sul GdP, che diventò un’Autopresentazione quando arrivò con una ventina di fogli scritti, come si diceva, in bella calligrafia, affinché risultassero perfettamente leggibili. Con una raccomandazione: “più attingi in questi testi, meno sono inquieto e imbarazzato”. Perché il suo evidente e dichiarato intento era da una parte di attenersi scrupolosamente ai fatti e, dall’altra, soprattutto per gli anni giovanili, all’affettuosa atmosfera dell’ambiente familiare. Anche quest’altra volta non se ne fece nulla. Eros Bellinelli è mancato il 30 aprile di quest’anno, s’avviava ai 99 anni nel quieto ritiro di Banco di Bedigliora. Sono riemersi, nella memoria e sulla scrivania, quei venti fogli dell’Autobiografia che mi aveva affidato dieci anni prima, nel settembre del 2009. Ritengo sia giusto finalmente pubblicarle sul “Cantonetto”, anche per l’amicizia e la collaborazione che Eros Bellinelli ha avuto con Mario Agliati e la sua rivista.

Dalmazio Ambrosioni

 

Alcuni link:

https://www.google.com/search?q=eros+bellinelli&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=0ahUKEwjuop-jl7HgAhUNYVAKHR8nAvAQ_AUIDigB&biw=1344&bih=731

https://www.google.com/search?q=eros+bellinelli&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=0ahUKEwjrofLFnYXiAhWF1aYKHXMoDLI4FBD8BQgOKAE&biw=1323&bih=719#imgrc=Ujv8eVUrgIx65M:

https://www.rsi.ch/news/ticino-e-grigioni-e-insubria/%C3%88-morto-Eros-Bellinelli-11711870.html

https://www.locarnofestival.ch/it/pardo/pardo-live/today-at-festival/2017/day-9/livio-vacchini.html

https://www.erminiafritsche.com/eros-bellinelli/

https://www.cantiamosottovoce.com/

https://podcasthall.forumcommunity.net/?t=23325402

https://www.galleriacarlomazzi.com/mostre

http://www.cantonetto.ch/sites/default/files/Articolo%20DALMAZIO%20AMBROSIONI.pdf

https://www.lanostrastoria.ch/medias/92889

https://www.lanostrastoria.ch/medias/92890

https://www.lanostrastoria.ch/medias/92891

https://www.lanostrastoria.ch/medias/92892

https://www.lanostrastoria.ch/medias/92893

https://www.e-periodica.ch/

 

 

 

 


Fotografie di BELLINELLI Eros

  • Art Gallery L'UOVO DI LUC
  • Art Gallery L'UOVO DI LUC
  • Art Gallery L'UOVO DI LUC
  • Art Gallery L'UOVO DI LUC
  • Art Gallery L'UOVO DI LUC
  • Art Gallery L'UOVO DI LUC
  • Art Gallery L'UOVO DI LUC
  • Art Gallery L'UOVO DI LUC
  • Art Gallery L'UOVO DI LUC
  • Art Gallery L'UOVO DI LUC
  • Art Gallery L'UOVO DI LUC
  • Art Gallery L'UOVO DI LUC
  • Art Gallery L'UOVO DI LUC
  • Art Gallery L'UOVO DI LUC

© 1999 - 2021 Art Gallery L'UOVO DI LUC | Spazio Arte Mappale 249 | Via Virano | 6814 Cadempino