Biografia

Aurelio Gonzato, * 30.12.1914 Chiasso, † 11.5.2014 Massagno. Figlio di Carlo e Maria Gonzato, era il minore di dieci figli, tra cui il pittore Guido Gonzato, con cui collaborò in più occasioni e che fu una figura fondamentale nello sviluppo artistico di Aurelio Gonzato. Iniziò molto giovane a realizzare da autodidatta dei lavori di grafica e artigianato. A 18 anni fondò il movimento Arte decorativa razionale, il primo di diversi movimenti e associazioni. In questo periodo a una pratica pittorica di tipo figurativo unì un lavoro di ricerca sulla forma e lo spazio che lo avvicinava alle ricerche degli astrattisti comaschi; il dialogo tra figuratività e astrazione caratterizzò tutta la produzione artistica di Aurelio Gonzato e soprattutto l'approccio alla figurazione sacra. Nel 1936 creò e brevettò il Futuristmetal un sistema di forme piane in metallo che, combinate tra di loro, permettevano di costruire molteplici figure. Il Futuristmetal era pensato come materiale di partenza per sviluppare dei cartelloni pubblicitari rinnovabili e modificabili nel tempo. Nel 1940 si trasferì a Roma dove si iscrisse all'Accademia di San Luca. Nel 1942 ritornò in Svizzera continuando la propria attività di pittore. All'inizio degli anni cinquanta si spostò tra VeneziaRavenna e Aquileia per studiare le tecniche del mosaico bizantino. Questi studi, contribuirono all'elaborazione di un approccio al mosaico che univa i temi classici della figurazione sacra a una sperimentazione sulle forme già presente nel Futuristmetal. I suoi mosaici sono presenti in molte chiese del Canton Ticino e della Svizzera.

 

17 Giugno - 09 Ottobre 2016: Presso la Casa Comunale di Bioggio, si inaugura una mostra dedicata all’opera pittorica di Aurelio Gonzato, morto a Massagno a 99 anni nella primavera del 2014. Per l’occasione il Municipio di Bioggio presenterà un ricco opuscolo, mentre i figli dell’artista hanno voluto ricordare la figura del padre attraverso la pubblicazione di un catalogo che ripercorre il cammino di un artista che ha attraversato, da uomo libero e da artista schivo e coerente, un intero secolo di vita. 

Dell’artista ticinese, noto soprattutto per i suoi molti e innovativi mosaici, saranno esposti una sessantina di opere pittoriche che coprono l’intero spettro della sua più che settantennale attività di pittore, che spazia dall’informale geometrico al figurativo all’astrazione, in un crescendo di ricerca e di sintesi senza uguali nella pittura ticinese del ventesimo secolo.
Aurelio Gonzato nasce il 30 dicembre 1914 a Chiasso, dove vive infanzia e adolescenza con i genitori e nove tra fratelli e sorelle. Si dedica alle arti figurative dall’età di diciassette anni e già dai primi anni ’30 propone, in una serie di composizioni grafiche, nuovi concetti costruttivi che chiamerà “Futuristmetal”.
Ispirato dal fratello Guido, pittore stimato e affermato, inizia a confrontarsi con la pittura classica, dipingendo in atelier e dal vivo.
All’inizio degli anni ’40 studia pittura all’accademia di San Luca a Roma, in seguito frequenta a Venezia la Scuola San Marco per il mosaico, infine si confronta con i grandi mosaici di Ravenna.
Risiede per qualche tempo a Bellinzona, collaborando con il fratello Guido alla realizzazione di alcune sue opere pubbliche. Sono di quegli anni numerosi viaggi e ricerche artistiche in Italia, Spagna, Germania e Olanda. Nella Svizzera Interna esegue le prime opere musive pubbliche.
Dal ’45 abita a Massagno, in Via Madonna della Salute 4, con la moglie Giuseppina Ravelli e i cinque figli. Nel suo atelier Gonzato si dedica con impegno soprattutto al mosaico, ma lavora con entusiasmo anche in campo pittorico. Sono numerosi, ormai, i legami d’amicizia con personaggi del mondo dell’arte e della cultura quali Mario Radice, Giuseppe Martinola, Giovanni Genucchi, Filippo Boldini, Pericle Patocchi, Ubaldo Monico, Giovanni Molteni, Romano Amerio, Mario Agliati, Eros Bellinelli.
Gonzato ha ideato ed eseguito oltre 150 mosaici, soprattutto di carattere religioso, ospitati sia in luoghi pubblici e di culto, sia in collezioni private. Nel tempo ha saputo sviluppare e approfondire una ricerca tecnica e un segno stilistico musivi molto personali, sempre più tesi all’essenziale e a un originale confronto con la materia. Una ricerca senza sosta e senza compromessi che si ritrova anche nella sua pittura, nella quale numerosi processi di evoluzione stilistica non nascondono, anzi esaltano una profonda tensione spirituale.
Aurelio Gonzato muore a Massagno l’11 maggio 2014 all’età di 99 anni. Le sue ultime opere, sia pittoriche che musive, datano del 2011.

 

Links sull'artista:

http://gonzatopittoremosaicista.altervista.org/index.html

https://www.google.com/search?q=aurelio+gonzato&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=2ahUKEwjhvO-30t7qAhXrsYsKHZTKA3oQ_AUoAXoECBAQAw&biw=1330&bih=718

https://www.rsi.ch/la2/programmi/cultura/memoria-del-presente/Aurelio-Gonzato-3284490.html

https://www.google.com/search?biw=1344&bih=731&tbm=isch&sa=1&ei=Whd5XIHoCY6ukwWNyJv4Ag&q=aurelio+gonzato+artista&oq=aurelio+gonzato+artista&gs_l=img.3...481938.487103..494149...0.0..0.109.918.11j1......1....1..gws-wiz-img.ORBC4iLiXoI

https://www.bioggio.ch/Esposizione-delle-opere-di-Aurelio-Gonzato-fee7d100?vis=2

https://www.lanostrastoria.ch/medias/90384

 


Fotografie di GONZATO Aurelio

  • Art Gallery L'UOVO DI LUC
  • Art Gallery L'UOVO DI LUC
  • Art Gallery L'UOVO DI LUC

© 1999 - 2022 Art Gallery L'UOVO DI LUC | Spazio Arte Mappale 249 | Via Virano | 6814 Cadempino