Biografia

Mario Marioni nasce a Milano il 2 settembre 1910. Figlio di Federico Marioni, incisore-vedutista e stampatore, titolare della Calcografia di Milano, frequentata da numerosi artisti: di cultura tardo-ottocentesca molti, ma anche rappresentanti tra i più validi delle nuove generazioni, da Umberto Boccioni a Renato Birolli. Dal contesto domestico, significativi insegnamenti e impressioni; dopo il liceo artistico non prosegue negli studi accademici; allievo del pittore Giovanni Lentini, insegnante di disegno a Brera. Primi risultati personali sulla metà degli anni ’30. Nel 1938 muore il padre. Costretto dagli avvenimenti bellici, nel 1943 lascia Milano e con la madre, milanese di origine, si stabilisce a Lugano. Contatti con artisti locali e con l’ambiente culturale intorno al Circolo italiano di lettura. Collabora a Gazzetta ticinese (dove gli è collega lo scrittore ticinese Mario Agliati); avvia così un’attività che prosegue fino agli anni ’70 (poi per il Corriere del Ticino e Cooperazione): articoli vari, talvolta illustrati, prose e critica d’arte. Nel 1946 prima mostra personale, presso il Circolo ticinese di cultura, a Lugano. Nel 1950 rientra a Milano. Con i pittori ticinesi Emilio Maria Beretta, Giuseppe Bolzani, Pietro Salati e Alberto Salvioni costituisce nel 1952 il «Gruppo della Barca», sodalizio teso a superare isolamento e difficoltà connessi al ristretto ambiente regionale. Lavora per l’editore di grafica Luigi Filippo Bolaffio (Lenno, Como); le sue entrate dipendono dall’incisione. Importanti opere di illustrazione con incisioni originali per l’editore-stampatore d’arte Giulio Topi, Lugano: Desgrazi de Giovannin Bongee di Carlo Porta (1961), Della versione dell’Inferno di Dante in dialetto milanese di Carlo Porta(1965), Chemin de Croix di Pericle Patocchi (1967). 
Nel 1966 mostra personale a Milano presentata dal poeta ticinese Giorgio Orelli. Conduce una vita solitaria e schiva, progressivamente confrontato con una situazione di indigenza. Dopo il 1976 le condizioni della sua vista sono tali da non permettergli più di dipingere né incidere; gli resta la scrittura. L’antologica curata dalla Galleria Matasci di Tenero (Locarno) nel 1980 suscita interesse intorno alla sua figura. Retrospettiva postuma nel 1987 presso la Civica galleria d’arte Villa dei Cedri di Bellinzona. Muore a Mendrisio, il 18 marzo 1987.

Artista colto, Marioni accoglie molteplici suggestioni espressive, rielaborandole secondo una dominante vena surreale, a tratti visionaria, e un atteggiamento umanamente partecipe verso i vinti e gli umili, non disgiunto da vigile e caustica ironia. Si distingue un’istanza espressionista di fondo. Legato negli esordi pittorici al clima del Novecento non celebrativo ma «domestico» e ai chiaristi lombardi, parallelamente mostra – in particolare nelle coeve incisioni di figura – un’impostazione arcaico-classica vicina a Carlo Carrà. Ravvisabili richiami anche a Giorgio Morandi, Filippo De Pisis così come a maestri europei quali James Ensor, Marc Chagall o il Picasso del periodo blu (è di Marioni una straordinaria scioltezza disegnativa che ricorda ancora Picasso). 

Analogie con artisti quali Mino Maccari o Franco Rognoni. Importante riferimento a Mario Sironi, verosimile tassello cruciale nello studio delle forze strutturali dell’immagine, sfociato, tra la fine degli anni ’50 e l’inizio dei ’60, nella notevole parentesi informale. La produzione estrema, degli anni ’70, si informa ad un astrattismo lirico di spunto organico. Corrispondenza con l’opera scritta, lasciata alla morte in gran parte inedita. Privilegiata nell’esame critico l’espressione grafica su quella pittorica, se pur discontinua, di fatto meno conosciuta.

Opere: Bellinzona, Museo Villa dei Cedri; Lugano: Museo cantonale d’arte [Fondo proveniente dall’atelier dell’artista], Museo civico di belle arti.

Maria Will, 2004
 

 

Links:

http://www.lacornice.ch/scan.Marioni.pdf

https://www.google.com/search?q=mario+marioni&source=lnms&tbm=isch&sa=X&sqi=2&ved=0ahUKEwig2tXDm57gAhUSa1AKHdb0DWIQ_AUIDigB&biw=1330&bih=718

https://www.rsi.ch/la1/programmi/informazione/il-quotidiano/05.10.2014-Le-opere-di-Mario-Marioni-in-mostra-al-Museo-cantonale-darte-2648728.html

 

 


Fotografie di MARIONI Mario

© 1999 - 2019 Art Gallery L'UOVO DI LUC | Spazio Arte Mappale 249 | Via Virano | 6814 Cadempino