Biografia

Vincenzino Vanetti è nato a Luino (Varese, Italia) il 2 aprile 1944. Di formazione autodidatta incomincia sin da giovane la sua avventura artistica. Da sempre indirizza la sua opera e la sua ricerca in direzione dei valori umani e sociali. Si esprime in tutte le discipline artistiche come il disegno, l'incisione, la ceramica, la scultura e la pittura, che si caratterizzano con forti accenti espressionistici. L'essere umano rappresenta il tema centrale dell'artista. Egli vi muove attorno e all'interno un caleidoscopio d'interpretazioni d'alto valore che dimostrano un'attività interiore sveglia, continuamente all'erta ed una conseguente partecipazione intensa al mondo della fantasia. Con uno stile efficace, che manifesta l'indipendenza creativa, rivela una comunicazione oggettiva, carica di tutta l'esperienza individuale, avvolto in un'intonazione aggressiva nella sua forma positiva.Vanetti non va avanti a casaccio, anche se sembra seguire impulsi un poco precipitosi e muove i suoi strumenti con energia quasi sregolata, improvvisata. Vuole dipingere esseri che respirano, sentano, amano e soffrono con la stessa foga e la stessa visione dolente e astra che possiedono pittori ribelli alle scuole e vicino al gergo dei primitivi. L'immagine si forma con la sua pesantezza e la sua semplicità ha un respiro barbarico e convulso. Il pittore schiaccia teste e corpi nella sua melma lampeggiante, ma sa dare alle larve della mente una strana, vibrante animazione. Vive e lavora a Voldomino, frazione di Luino.

 

Ultime mostre in Svizzera:

12 maggio - 16 giugno 2012: Galleria Casa d'Arte, via Borgo 47, 6612 Ascona - Svizzera 

 1- 27 luglio 2011: Vanetti, "pittore - grafico - scultore": Centro CA' ROSSA, via Stazione 6, Muralto - Svizzera                                                                  

Mostra personale di Vincenzino Vanetti "Sul filo della vita - Tra filiformi e terremoti", tenuta nel settembre 2010 a Luino, PalazzoVerbania

Organizzata dal Centro Culturale Frontiera e dalla Città di Luino, l'esposizione ha voluto rendere il giusto omaggio ad un artista di Voldomino, frazione della città, che viene considerato dalla critica uno fra gli esponenti più rappresentativi dell'espressionismo esistenziale contemporaneo. Di lui, uomo caratterizzato dall'umiltà dei grandi, hanno scritto in molti: dal grande Luigi Ambrosoli a Renato Valerio, da Franco Rognoni a Sergio Landoni, a Alberto Marsili Libelli, e tanti altri ancora. Vanetti ha esposto in una trentina di mostre personali e altrettante collettive. Il giorno dell'inaugurazione è previsto un annullo postale su quattro cartoline che riproducono due filiformi e due terremoti in esposizione. «Nelle opere di Vincenzino Vanetti, arte e vita si intrecciano proprio come i filiformi in mostra, disegnando il profilo di un artista che trae profonda ispirazione dall’ esistenza quotidiana narrata con cromatismi vivi dall’evidente potente carica espressiva». É così che il sindaco  Andrea Pellicini presenta l’esposizione “Sul filo della vita” organizzata dalla Città e dal Centro Culturale Frontiera. «Considero Vincenzino Vanetti un artista poliedrico: dalle sue opere in fil di ferro come da quelle di arte visiva ispirate dal terremoto in Abruzzo, emerge la condivisione partecipata ad ogni tragedia personale o collettiva dell’essere umano. Proprio per questo, l’espressione della sua arte rivela un’anima dalla profondità unica».

 

 Palazzo Verbania - Luino (30 giugno - 21 luglio 2013) Immagini d'altri tempi > Sodalizio Pittura e Scultura: Judith Verga-Zigerlig - VincenzinoVanetti 

 http://www.youtube.com/watch?v=SzxwF89zZ9s

Altre informazioni sull'artista: 

http://www.vanettiv.it/

http://www.casolipinta.it/artisti/vanetti.html

http://itpacasula.weblink.it/artecasula/mostre%20personali/vanetti_al_casula.htm

http://www.artearmanti.it/Artisti/vanetti/vanetti.htm

http://www.artevarese.com/av/view/news.php?sys_tab=30000&sys_docid=1074&sjl=1

http://www.museoparisivalle.it/mostre/mostre_precedenti/vanetti/vanetti.htm

http://www3.varesenews.it/varese/le-opere-di-vincenzo-vanetti-in-mostra-a-palazzo-verbania-181334.html

http://www.museoparisivalle.it/popup/vanetti2014_comunicatostampa.pdf

http://www.nurhansidal.de/2009/2009.htm

 

“.... Pagàno e religioso, idealista e materializzato, tormentato e meditativo. Vincenzino Vanetti, figlio del cantiere, in attesa di una risposta a infiniti interrogativi, trae la linfa vitale dal suo mondo artistico, dall'humus terrigno della vita. Il colore e il chiaroscuro saturi di luci e tenebre, di convulsioni plastiche e di improvvise macerazioni, sono dunque una scelta libera, non coatta o negativa. Lo sollecitano ad agire le qualità formali per lanciarle, orgiastico e pudico nello stesso tempo, nel tumulto della vita. Al fine di purificare, condannando, la storia dei sentimenti e la realtà del mondo. Con un crescendo che si fa sempre più intenso e preponderante. Sono il suo colloquio con l'arte, vale a dire una capacità innata che fa del Vanetti un personaggio sempre pronto ad imbastire e risolvere senza parere, un dialogo denso di significati e di allusioni, senza mai preoccuparsi di apparire diverso da quello che è: un suscitare di emozioni estremamente intense....”


Fotografie di VANETTI Vincenzino

Art Gallery L'UOVO DI LUCArt Gallery L'UOVO DI LUC
  • Art Gallery L'UOVO DI LUC
  • Art Gallery L'UOVO DI LUC

© 1999 - 2017 Art Gallery L'UOVO DI LUC | Spazio Arte Mappale 249 | Via Virano | 6814 Cadempino